Escursioni alle Miniere di Ittiolo

Sodalis e l’associazione Verde Abbraccio, nell’ambito dei laboratori di cittadinanza, organizza l’evento Escursioni alle miniere di Ittiolo.

l’escursione alle miniere di ittiolo a Giffoni Valle Piana il 4 maggio 2024 con raduno in piazza annunziata ore 7:30.

L’itinerario

  • trasferimento con pulmini alla piazzola della miniera ore 8:15
  • visita alla fornace e alle strutture per le maestranze ore 8:30
  • percorso fino al casone ore 10:00
  • sosta per la colazione e visita parco minerario
  • ore 10,30 partenza per raggiungere la porta di monte diavolo e ritorno
  • rientro ore 12,30 al casone
  • ritorno ai pulmini – ore 13,45

Percorrendo la strada provinciale Giffoni – Serino al km 9, circa 5 km dalla frazione Curti, al tornante superiore della sorgente cosiddetta dello “sorcio” in mezzo al bosco si scorge la Miniera di Ittiolo o meglio quello che resta dei forni dove il minerale veniva lavorato. Ci troviamo a circa 766 m slm, e le mura che ancora esistono sono composte da pietrame e mattoni refrattari. La parte più caratteristica che richiama l’attenzione del visitatore è la torre cilindrica adibita alla frantumazione delle lastre di scisto. Diversi sono gli edifici in struttura pesante con muri molto spessi e con varie funzioni, il primo adibito a luogo di pernottamento o ad uffici ed il secondo adibito al luogo di passaggio e di collegamento tra la torre cilindrica ed il forno. Il forno è il terzo edificio posto ad una quota inferiore, per fare in modo che gli operai portatori di legna, (in prevalenza donne e bambini) potessero accedere con più facilità alle due bocche, subito dopo il forno c’era evidentemente la zona adibita a deposito. Sul lato sinistro della torre, dopo la riapertura del 1936, costruirono altre strutture adibite a deposito e a laboratorio tecnico per la manutenzione della teleferica. La teleferica (restano ancora delle tracce e che maggiori ricerche possono portarla totalmente alla luce) collegava i forni con la Serra della Pettinessa a quota 997 m slm, poi scendeva attraversando la Valle di Cerasole fino ad incontrare la miniera detta del Patanaro (sotto il Monte Pinzatolo) che è il luogo dove maggiore fu lo scavo e il prelievo del materiale. Il territorio non è solo di estremo interesse storico ma rappresenta anche una mirabile una testimonianza di un periodo geologico molto importante.
Partenza ore 7.30 dalla piazza Annunziata di Giffoni Valle Piana – trasferimento con pulmini – visita alla fornace, ai resti delle abitazioni delle maestranze e al parco minerario in località Casone – percorso fino alla Porta di Monte Diavolo – rientro previsto per le 14.00
Percorso sullo stesso sentiero: “qualificato turistico” 6,5 Km A/R

Informazioni utili e prenotazioni

Equipaggiamento obbligatorio per essere ammessi all’escursione:
scarpe da trekking – almeno 1,5 litri d’acqua – bastoncini da montagna
Sarà fornita la colazione a sacco.

Posti disponibili fino a esaurimento.

Info & prenotazioni (tel. – whatsapp) 348-6010203.

L’escursione non è adatta a bambini al di sotto dei 17 anni.

 7,543 total views,  6 views today