Campo di volontariato, l’esperienza di Ombra Luce “Tilde Salerno” ODV

Campo di volontariato, l’esperienza di Ombra Luce “Tilde Salerno” ODV

Un campo di volontariato per avvicinare i ragazzi al mondo dell’autismo attraverso la sua pratica, questa la sfida che ha lanciato l’associazione Ombra Luce “Tilde Salerno” ODV, che opera dal 1990 a Salerno, insieme a Sodalis CSVS attraverso  il coinvolgimento  diretto di adolescenti salernitani.

La risposta dei ragazzi non si è fatta attendere.

Sette ragazzi dell’oratorio della Parrocchia di San Bartolomeo e tre provenienti da una casa famiglia, tutti di età compresa tra i 13 ai 17 anni, hanno accolto l’invito con grande entisiasmo.

La voce emozionata dei protagonisti restituisce il senso di tutto: Adam, 14 anni, racconta che “[…] i primi momenti sono stati strani, ma subito la voglia di partecipare e mettersi in gioco ha preso il sopravvento. Questa esperienza mi ha fatto conoscere nuove persone, fatto fare nuove amicizie e mi ha dato la possibilità di vedere i miei limiti. Ciò che voglio adesso è passare più tempo con i ragazzi dell’associazione”. Aurora, 16 anni, invce spiega come “ […] ho imparato l’importanza dello sguardo, della voce e soprattutto del sorriso per comunicare. È un’esperienza che consiglio a tutti, e più quello che si riceve che quello che si dà, si sente come una grande forza che ti attraversa. È inspiegabile e spero che questa attività venga riproposta.”

Un modo per abbattere le barriere della paura e della non conoscenza e favorire la comunicazione e la capacità di costruire relazioni con le persone autistiche. Nel campo di volontariato sono state diverse le attività poste in essere, tutte finalizzate a favorire la costruzione di un rapporto significativo tra gli “aspiranti volontari” e persone autistiche, quali, laboratori di musica, di disegno e attività tersicoree. Un continuo scambio di cura, emozioni e socialità grazie all’aiuto e all’accompagnamento di un gruppo di facilitatori che collabora con l’associazione.” – commenta Stefania Riso  –Presidente dell’associazione Ombra Luce ”Tilde Salerno” ODV – “Speriamo che questo momento continui anche nel  futuro. L’idea è di favorire e potenziare la presenza di volontari nella nostra associazione che vogliono condividere parte del loro tempo libero con i ragazzi che seguiamo da vicino, ma anche dare la giusta conoscenza e gli opportuni strumenti ai più da utilizzare anche nella vita reale, per creare una rete di socialità duratura nel tempo e ragionare senza pregiudizi per costruire occasioni di socialità sane e inclusive.

Il campo è stato, in sintesi, l’occasione, grazie all’entusiasmo e alla sfrontatezza di dieci adolescenti, per iniziare a mettere in atto processi educativi differenti, più innovativi, che pongono al centro le persone e le proprie capacità relazionali e che focalizzano l’attenzione su una visione diversa della diversità, intesa non come un elemento di divisione ma come manifestazione di una pluralità di comportamenti.” – conclude Stefania Riso.

Questo è in sintesi l’obiettivo che persegue il Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Salerno Sodalis CSVS, attraverso la sua proposta dei campi di volontariato rivolti a bambini ed adoelscenti che si realizzano da sei anni.

Nel 2021 sono ventisei i campi, tutte esperienze diverse con un unico denominatore: costruire una comunità più solidale partendo dai più giovani.

(Articolo tratto dalla nostra rubrica su Il Quotidiano del Sud di Salerno – agosto 2021)

 12,784 total views,  9 views today