Ortanziani

L’associazione Il giardino del tempo e Sodalis, nell’ambito dei Laboratori di cittadinanza, organizza l’evento Ortanziani: uno sguardo al futuro con radici nel passato.

Obiettivo del Laboratorio

L’attività nasce dalla volontà di realizzare iniziative socio-culturali-educative volte a promuovere interventi attivi a favore della popolazione anziana, coinvolgendo parti sociali e volontariato con particolare attenzione alla transizione ecologica volta a favorire un’ economia ed uno sviluppo nel rispetto dell’ambiente e della sua disponibilità.
Si coltiverà un orto senza utilizzo di concimi e fertilizzanti per produrre coloranti naturali e prodotti a Km 0, il tutto volto ad una tutela ambientale e ad un recupero di uno stile di vita più sostenibile, rispettando la natura ed i suoi prodotti.
Gli anziani accompagnati e sostenuti da volontari, saranno protagonisti attivi di laboratori all’aperto.
La cura di un orto riscuote sempre grande successo tra le persone anziane, anzitutto perché le radici si fondano sulla tradizione: le origini contadine ci hanno fornito gli strumenti e la metodologia per lavorare la terra e godere dei suoi frutti, restituendo autostima alla fatica intrapresa, oltre ad avere del cibo salutare, la persona pratica esercizio fisico e respira aria pulita, sentendosi maggiormente vicino alla natura.
Curando un orto gli anziani attivi godono di un alto grado di autonomia e con il loro lavoro offrono un esempio alle nuove generazioni, dando un importante contributo alla società.
Dunque l’attività nasce dall’esigenza di rispondere ai bisogni rilevati negli anziani quali:

  • Recuperare un rapporto intimo con l’ambiente circostante
  • Prendersi cura delle piante in modo da favorire una stimolazione cognitiva e specifica
  • Sentirsi risorsa di una società che necessità di un ritorno al passato, al contatto con “la terra” per un futuro sostenibile
  • Necessità di socializzazione
  • Condivisione
  • Aggregazione
  • Promozione di un invecchiamento attivo ed in salute
  • Prevenzione delle fragilità delle persone anziane

Metodologia e programma delle attività:

La metodologia utilizzata per rispondere ai bisogni rilevati e agli obiettivi che si vogliono raggiungere sarà la pedagogia attiva di ispirazione montessoriana, che viene applicata sempre più nell’ambito della terza età , il “metodo Montessori per anziani fragili” è uno strumento per favorire l’autonomia, creare nuovi stimoli e promuovere il saper fare da soli negli anziani.
Inoltre si prende spunto dai cosiddetti “healing gardens” giardini pensati per dare salute a chi soffre, con spazi verdi che sorgono proprio all’interno di strutture ospedaliere o di ricovero, il cui scopo è offrire l’occasione ai pazienti, agli ospiti di rilassarsi, socializzare e pensare alla guarigione, attivando così le proprie difese immunitarie.
Le attività saranno suddivise in quattro incontri:

Nel primo i “nonni” e i volontari si dedicheranno alla realizzazione dell’orto, che sarà anche “rialzato” pensato per chi ha difficoltà motorie, non tutti riescono a piegare la schiena per raccogliere i prodotto che crescono a terra o a sollevare pesi come un innaffiatoio.

Per la realizzazione dell’orto si seguiranno i principi dell’agricoltura biologica.
• Saranno messe a dimora le piante
• Innaffiate
• Eliminate le erbacce
• Preparate le targhe identificative delle specie orticole

Nel secondo incontro gli anziani si cimenteranno nella realizzazione di un segnalibro seguendo l’arte dell’oshibana: l’arte di usare fiori, foglie ed altri materiali botanici per creare o dipingere un’immagine suggerita dal materiale stesso.
Un segnalibro è un piccolo oggetto che appartiene alla vita quotidiana e realizzarne uno decorato con fiori e foglie può rilevarsi un’ attività semplice ma al tempo stesso creativa.
Nel terzo incontro ci sarà la raccolta degli ortaggi e la prima parte del laboratorio di produzione di coloranti naturali ottenuti dagli stessi: il rosa prodotto dalla barbabietola o rapa rossa, il giallo dalla cipolla, il verde dagli spinaci, il viola/blu dal cavolo
Nel quarto incontro ci sarà la seconda parte della produzione di coloranti naturali e la realizzazione di disegni con l’utilizzo di colori naturali e non. Gli anziani hanno i loro ritmi ed i loro tempi, possono mostrare segni di stanchezza, o poca concentrazione
Si rispetteranno tali tempi.
Per ogni ortaggio utilizzato verrà raccontata la loro origine e provenienza.

Per maggiori informazioni

mail a: giardinodeltempo.2017@gmail.com

 

 

 

 

 

 12,774 total views,  16 views today